Il forex e gli italiani : tra amore e odio

Gli italiani sono sempre alla ricerca di metodi per guadagnare con il forex. Con il trading si stabilisce una sorta di rapporto di amore e odio che porta tantissimi a guadagnare denaro, altri invece a perdere.
Il mercato forex rappresenta una delle più grandi opportunità di guadagno della storia, per questo motivo ci sono tantissime figure che concorrono alla creazione di profitto. Tutti vogliono guadagnare e anche comodamente. In effetti questo particolare mercato finanziario essendo “over the counter” consente di fare soldi da casa. L’obiettivo di questo articolo è quello di capire quali sono le caratteristiche di chi fa trading in Italia e di capire quali broker preferiscono gli italiani.

Broker forex italiani

forex-italiani

La sezione più consultata di MiglioriForexBroker è sicuramente quella dedicata ai migliori broker. Dobbiamo essere realisti ed ammettere che agli italiani piace guadagnare. Il problema per molti ancora è la lingua. Siamo molto indietro rispetto ad i nostri concorrenti tant’è che pochissimi conoscono la lingua inglese ad un livello tale da potersi permette di operare su siti stranieri. Più dell’80% degli italiani infatti opera con broker italiani. Se andiamo a vedere i rendimenti e le condizioni non si rivela poi una scelta così errata.
Molti dei siti che presentiamo fanno riferimento a società multinazionali che operano nel mondo. Alcune di loro hanno una sede fisica o succursale in Italia, altri invece operano dall’estero ma hanno il supporto nella nostra lingua. Non è una cosa negativa anche perchè di società al 100% italiane non ce ne sono. Basta che questi broker siano autorizzati dalla Consob.
Sul sito CONSOB è possibile consultare l’elenco delle società con e senza succursale che hanno ottenuto la licenza. E’ un requisito di sicurezza che implica alcune cose :

  • che la piattaforma di tradind è completamente in italiano
  • che l’assistenza è nella nostra lingua
  • che i conti dei traders sono custoditi in banche sicure e solide

Naturalmente quando parliamo di conti di trading facciamo riferimento ai depositi fatti dagli investitori. Non si tratta di conti correnti ma di depositi su cui versiamo i soldi con carta di credito o bonifico e che poi possono essere utilizzati per la fase di trading vera e propria. I siti come Fineco o Iwbank permettono invece di negoziare ma collegando il tutto ad un conto corrente con costi ovviamente superiori.
Per questo motivo c’è stato il successo di broker come Plus500 e 24Option, sono delle piattaforme in lingua italiana che hanno le condizioni più convenienti per investire sui mercati. E i rendimenti che offrono nessuno se li può permettere, non è un caso che decine di migliaia di italiani utilizzino i loro servizi tutti i giorni.

Migliori broker forex italiani


Per trovare il miglior broker occorre valutare alcune caratteristiche. Naturalmente è buona norma provare in prima persona tutte le funzionalità che molti siti annunciano. Quello che presentiamo è tutto verificabile perchè è relativo a siti di grande qualità.
In generale possiamo considerare queste caratteristiche:

  1. Commissioni e spread bassi
  2. Autorizzazioni Consob per l’Italia, FCA, Cysec e Mifid per l’estero
  3. Leva finanziaria adeguata
  4. Assistenza 24h e in italiano
  5. Massima usabilità della piattaforma
  6. Materiale di formazione per principianti

Già se un broker soddisfa in pieno questi 7 punti può sicuramente ritenersi un intermediario di grande qualità. Naturalmente poi la scelta va fatta anche in base a fatti meno oggettivi come la nostra propensione al rischio, il nostro stile di trading ed i settori a cui siamo interessati.

Miglior trader forex

Molti traders italiani guadagnano cifre da capogiro facendo forex trading, altri invece perdono capitali ed abbandonano quasi subito. Una terza categoria di investitori può essere inclusa nella cerchia degli investitori che vivono di alti e bassi e sono prigionieri di una sorta di effetto “molla” che li fa perdere e guadagnare senza mai evolver. Il miglior trader non è un investitore che realizza un colpo ma è un utente che realizza profitti continui anche piccoli ma duraturi. Questo può essere possibile mettendo da parte le ansie e paure e gestendo senza rischi il proprio capitale.
Tutti ambiscono a diventare così ma ci vogliono comunque anni di esperienza per conoscere a fondo i mercati. Naturalmente abbiamo rappresentato due situazioni estreme, in mezzo ci sono anche tantissimi aspiranti traders che comunque guadagnano bene e sono in grado di avere delle rendite mensili interessanti. Purtroppo la mancanza di formazione porta molti a realizzare dei trade errati e ad abbandonare quasi subito un mercato che può dare enormi soddisfazioni.
Diventare trader vuole dire combattere sempre e porsi degli obiettivi raggiungibili che siano ambiziosi ma non impossibili. Quelli che riescono sono persone forti e determinate che mettono passione in quello che fanno e per questo raggiungono i risultati.

Broker forex affidabili

Questa ultima sezione è dedicata invece alla questione sicurezza. Chi riesce a guadagnare di solito utilizza dei broker forex molto affidabili. Col termine affidabili intendiamo tutti quei siti che hanno delle piattaforme stabili e offrono condizioni di trading convenienti a partire dalle commissioni basse.
Un buon punto di partenza come dicevamo è dato dalle licenze. Il fatto di essere controllati significa passare dei controlli di qualità e test continui. Chi usa broker affidabili e italiani può star sicuro di non prendere fregature e concentrarsi sull’obiettivo primario che è quello del guadagno.
State alla larga dai furbi che promettono rendimenti inverosimili ma poi sono sprovvisti di licenza. Affidereste a loro i vostri soldi ? E’ chiaro che poi le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti, inutile poi gridare allo scandalo o dire che il trading è una fregatura.
Il trading se fatto con i migliori broker italiani può dare grandi soddisfazioni ma deve essere fatto capendo che non è un gioco e che per investire ci vogliono competenze ed un pizzico di fortuna che non guasta oltre agli strumenti giusti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *